Spedizioni garantite in 24/48h e gratuite per ordini a partire da € 50,00

Per assistenza: 347 - 763 27 38
Lun - ven: 9:00/13:00 16:00/18:00

Cisti sebacee: come trattarle

Cisti sebacee: come trattarle
19 Ottobre 2021 Commenti 0

Cisti sebacee: come trattarle

La cisti sebacea è una formazione sottocutanea benigna, conseguente all’occlusione di una ghiandola sebacea.

Parliamo di un tipo di ghiandola presente in tutto il corpo, motivo per il quale lo sviluppo di una cisti sebacea può presentarsi ovunque, anche se c’è una maggiore frequenza di casi a livello del cuoio capelluto, sul collo, la schiena e dietro i padiglioni auricolari.

Come trattarle

Inizialmente si presentano come piccoli noduli sottopelle, che possono progressivamente aumentare di volume fino ai 3-4 cm.

È bene evitare di comprimere manualmente la cisti dato che la fuoriuscita del materiale in essa contenuto può portare al conseguente ingresso di germi e causare infezione, che fa aumentare di molto la grandezza, arrossare la pelle e generare indolenzimento.

L’unico trattamento per eliminare del tutto una cisti sebacea è quello chirurgico che viene eseguito a livello ambulatoriale: si esegue una anestesia locale, con conseguente incisione della cute, rapportata alle dimensioni della cisti, che viene asportata delicatamente e totalmente con tutta la capsula per scongiurare recidive.

Non è possibile eseguire l’intervento chirurgico di asportazione se la cisti è già andata incontro a suppurazione (processo infiammatorio purulento). Nei casi in cui, palpando la cisti, si avverte una fluttuazione del materiale presente al suo interno, accompagnato da forte dolore, si potrebbe optare per un’incisione cutanea volta a fare uscire il materiale suppurato e alleviare il dolore.

Tale intervento non è da ritenere curativo, dato che comunque andranno eseguite medicazioni cadenzate fino a quando l’infiammazione non va via e si può valutare di proseguire con l’intervento di asportazione.

Se la cisti è solo molto infiammata (senza suppurazione), si può optare per una terapia antibiotica, sia per via orale che tramite l’applicazione locale di pomate che curano l’infiammazione. Anche in questi casi, l’operazione di asportazione va eseguita a completa risoluzione dell’infiammazione e quando la cisti tornerà al volume precedente all’infezione.

Per scongiurare qualsiasi complicanza, è bene consultare un chirurgo, soprattutto se si nota un aumento importante della grandezza della cisti.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *