Spedizioni garantite in 24/48h e gratuite per a partire da € 50,00

Per assistenza: 347 - 763 27 38
Lun - ven: 9:00/13:00 16:00/18:00

Intestino pigro: cause e rimedi

Intestino pigro: cause e rimedi
28 Ottobre 2020 Commenti 0

Intestino pigro: cause e rimedi

L’intestino pigro è un disturbo molto comune tra le persone di una certa età, ma può presentarsi anche in individui più giovani.

Si manifesta quando c’è un rallentamento del transito intestinale con conseguenti difficoltà nell'evacuazione.

È ritenuto un disturbo lieve che può essere trattato mediante l’assunzione di piccole modifiche del proprio stile di vita e non viene visto come una vera e propria patologia, ma come una condizione che può avere manifestazioni:

  • saltuarie (spesso lungo il corso di viaggi o vacanze);
  • acute (come conseguenza, per esempio, dell'assunzione di alcuni farmaci o di determinati interventi chirurgici);
  • croniche (se si protrae a lungo).

Cause

In alcuni rari casi, l’intestino pigro potrebbe essere correlato a disturbi di base non ancora diagnosticati.

Le cause dell'intestino pigro sono da ricercare principalmente nel proprio stile di vita (soprattutto a tavola) fino a indagare eventuali patologie dell'intestino.

In determinati casi i problemi di base rilevati sono fisiologici, come l’invecchiamento, che può portare a un rallentamento della motilità intestinale, o la gravidanza, lungo il corso della quale l’organismo femminile subisce diverse modifiche, sia a livello ormonale sia a livello fisico, che possono, allo stesso tempo, causare diminuzione della motilità intestinale.

Cercando di sintetizzare, quindi, le cause principali sono:

  • Alimentazione sregolata;
  • Insufficiente idratazione;
  • stress;
  • sedentarietà;
  • Disturbi relativi al tratto enterico, (es.: sindrome del colon irritabile);
  • Assunzione o abuso di alcuni tipi di farmaci.
  • Intervento chirurgico a livello addominale.

Rimedi

Solitamente, l’assunzione di una alimentazione equilibrata e di uno stile di vita salutare, sono sufficienti per risolvere il problema.

Quando ciò non basta, consigliamo di consultare un medico per indagare il disturbo e comprendere se la terapia da adottare può essere strutturata su rimedi naturali o farmaci.

In genere, se l'intestino pigro è conseguenza di un’alimentazione errata, il problema può essere facilmente arginato modificando quest'ultima: aumentare l'apporto di fibre con verdura, legumi, cereali e frutta e assumere i giusti quantitativi di acqua.

Lo yogurt è un tipo di alimento che può essere molto benefico in caso di intestino pigro, dato che svolge un’azione regolatrice sulla flora batterica e sulla funzionalità intestinale.

I prodotti utili

CI sono alcuni prodotti che possono aiutarci nel combattere l’intestino pigro e che hanno un’alta efficacia.

L’Enterogermina Intestino Pigro è, per esempio, un integratore di fermenti lattici utile in caso di irregolarità del transito intestinale.

Dulcosoft è  un dispositivo medico per il trattamento sintomatico della stitichezza occasionale e per ammorbidire le feci. Ha un'elevata capacità di reidratare e ammorbidire le feci dure, facilitandone l'evacuazione e dando una sensazione di sollievo.

Enterolactis Duo, invece, è un integratore alimentare di fermenti lattici vivi e fibre. L’apporto di probiotici come il Lactobacillus casei è indicato nel ripristino della flora batterica intestinale compromessa da squilibri alimentari e terapie antibiotiche.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0

Lascia un commento

L'indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *